Origini Festa Patronale Barletta

Questa festa viene celebrata fin dal 1732, in seguito al terremoto che nel 1731 aveva colpito vaste aree del foggiano e del barese, lasciando quasi illesa la città di Barletta, se non per lievi danni alle abitazioni e da allora, ritenendo la Madonna ancora una volta protettrice, la festa viene ricordata ogni anno nella seconda domenica del mese di luglio. La durata è di tre giorni, a partire dal sabato e venera i due santi protettori della città, ossia la Madonna dello Sterpeto e san Ruggero, anche se nel linguaggio comune è ricordata semplicemente come la "festa della Madonna". Questa ricorrenza è particolarmente sentita dai barlettani che si riversano per le vie del centro antico per onorare la processione in cui devoti in camice bianco, portano sulle loro spalle la cornice d'argento, ricca di ex voto in oro, nella quale è inserita l'effigie della Madonna dello Sterpeto, seguita dalla statua di san Ruggero, vescovo di Canne. Al lungo corteo partecipano devoti, confraternite, ordini religiosi, clero, canonici unitamente all'arcivescovo, sindaco, autorità civili e militari, membri del comitato Feste patronali, oltre all'intera cittadinanza. Al corteo processionale si affiancano poi le consuete bancarelle, l'ampio luna park, montato per l'occasione e, durante la notte della domenica e del lunedì, i fuochi pirotecnici.

Esaltazione della Santa Croce

L'Esaltazione della Santa Croce è una festività della Chiesa cattolica, della Chiesa ortodossa e di altre confessioni cristiane. In essa si commemora la croce sulla quale fu crocifisso Gesù.

La festività ricorre il 14 settembre, in ricordo del ritrovamento della croce di Gesù da parte di sant'Elena, avvenuto, secondo la tradizione, il 14 settembre del 320: in quel giorno la reliquia fu alzata dal vescovo di Gerusalemme di fronte al popolo, che fu invitato all'adorazione.

La Chiesa cattolica, molte Chiese protestanti (spesso quelle di matrice Anglicana), e la Chiesa Ortodossa celebrano la festività liturgica dell'Esaltazione della Santa Croce, il 14 settembre, anniversario del ritrovamento della Croce da parte di sant'Elena (320) della consacrazione della Chiesa del Santo Sepolcro in Gerusalemme (335).

Nei secoli questa festività incluse anche la commemorazione del recupero da parte dell'imperatore Eraclio della Vera Croce dalle mani dei Persiani nel 628. Nell'usanza gallese, a partire dal VII secolo, la festa della Croce si teneva il 3 maggio. Secondo l'Enciclopedia Cattolica, quando le pratiche gallesi e romane si combinarono, la data di settembre assunse il nome ufficiale di Trionfo della Croce nel 1963, ed era usato per commemorare la conquista della Croce dai Persiani, e la data in maggio fu mantenuta come ritrovamento della Santa Croce.

In Occidente ci si riferisce spesso al 14 settembre come al Giorno della Santa Croce; la festività in maggio è stata rimossa dal calendario della forma ordinaria del rito romano in seguito alla riforma liturgica del 1970. La Chiesa Ortodossa commemora ancora entrambi gli eventi, uno il 14 settembre, rappresentando una delle dodici grandi festività dell'anno liturgico, e l'altro il 1º agosto nel quale si compie la Processione del venerabile Legno della Croce, giorno in cui le reliquie della Vera Croce furono trasportate per le strade di Costantinopoli per benedire la città.

In aggiunta alle celebrazioni nei giorni fissi, ci sono alcuni giorni delle festività mobili in cui viene fatto particolare ricordo della Santa Croce. La chiesa cattolica compie l'adorazione liturgica della Croce durante gli uffici del Venerdì Santo, mentre la chiesa ortodossa celebra un'ulteriore venerazione della Croce la terza domenica della Grande quaresima. In tutte le chiese greco-ortodosse, durante il Giovedì Santo, una copia della Croce viene portata in processione affinché la gente la possa venerare.

Insigne Reliquia è compatrona della Città di Barletta con un triplice voto dell'Amministrazione comunale del 1496, 1515 e del 1646. L'antica processione è frutto di un voto che il popolo barlettano fece nel 1656 al Santo Legno della Croce allorché imperversava la peste.

Fonte: wikipedia.it