Introduzione

Tra le cronache più antiche della festa in onore di Maria SS. Addolorata, vi è quella apparsa sul Corriere delle Puglie nel 1901, dalla quale si ricavano interessanti particolari storici in cui già traspare l'entusiasmo della città. Il suddetto studio cita una relazione del 1867, contenente l'elenco delle feste che si solennizzavano a Bisceglie con le relative processioni, che annoverava, già nella terza settimana di settembre di quell'anno, la festa della Madonna Addolorata.

La tradizione non sembra essersi smarrita nel tempo: anche in passato si celebrava la grande messa nella Cattedrale di Bisceglie ma, a differenza di oggi, si svolgeva di mattina con l'assistenza pontificale del cardinale Dell'Olio che interveniva, poi, nel pomeriggio all'imponente processione, con grandi paramenti, seguito dal Comitato intero e dal gran numero dei fedeli. Ottima "la luminaria" nelle tre sere di festa: la via del Duomo e il duomo stesso venivano illuminati a giorno. I concerti musicali gareggiavano in bravura, buonissimi i fuochi pirotecnici. Sempre nel pomeriggio la folla si riversava in piazza per l'assalto all'albero della cuccagna, intrattenimento del passato.

Fonte: Bisceglieviva.it