Mons. Leonardo D'Ascenzo, reso pubblico lo stemma arcivescovile

Messis quidem multa

Sono parole che, in qualche modo, richiamano il fil rouge della mia vita e del mio ministero sacerdotale, caratterizzato dallimpegno nell'ambito della pastorale delle vocazioni.

Sono anche parole che rimandano alle terra di puglia, granaia d'Italia. Ancora, sono parole che invitano a maturare uno sguardo sulla realtà che sia capace di riconoscere il bello, il positivo che ci precede e ci accompagna.

Papa Francesco, nel suo primo messaggio per la Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni (11 maggio 2014), ci ha proposto una serie di 'contenuti' profondi, belli, che toccano le corde fondamentali della relazione chiamata-risposta tra Dio e l'uomo: "La messe è abbondante? [...]. Queste parile ci sorprendono, perche tutti sappiamo che occore prima arare, seminare e coltivare per poter poi, a tempo debito, mietere una messe abbondante'.

Ma chi lavorato perchè il risultato fosse tale? La risposta è una sola: Dio".

Spesso siamo segnati nel cuore e nel modo di guardare la realtà, da depressione e negatività, siamo presi da sentimenti di preoccupazione, di tristezza o di sconforto. Orientiamo, allora, il nostro sguardo sull'abbondanza della messe, dono di Dio, e impariamo a sperimentare stupore, gratuitudine, a coltivare speranza.

Stemma

Il grano, in basso, richiama il fil rouge della vita e del ministero sacerdotale di don Leonardo, caratterizzato dall'impegno nell'ambito della pastorale delle vocazioni e rimanda alla terra di Puglia, granaio d'Italia- Al centro le colline e la valle, sono un riferimento al paese natale Valmontone, città adagiata su vari colli e valli, Vallis montanae.

In alto due stelle, la più grande simboleggia Gesù ( Io sono la radice e la stirpe di Davide, la stella radiosa del mattino Ap 22,16: cf 2Pt 1,19 e la più piccola, accanto,è riferita a don Leonardo. I tanti campi scuola estivi in tenda hanno segnato la sua storia vocazionale. Una strofa della preghiera che tutte le sere si cantava attorno al falò recita: quante stelle... dimmi Tu la mia qual è. Non ambisco la più bella, basta sia vicino a Te!

 

Posted by Nicola Caputo Saturday, December 16, 2017 10:41:00 PM Categories: Trani
@Trani Religiosa
Rate this Content 1 Votes

Pagina Facebook

Contatore visite gratuito

Canale Youtube

 

 

a Trani Religiosa 

Categories