San Giacomo 

In antico si chiamava S. Maria de Russis; è una chiesa romanica della prima metà del XII sec. (1143), nel periodo normanno di cui risente del gusto di questa gente per il fantastico. 

La facciata attuale conserva ben poco di quella originaria perchè, come attesta una iscrizione lapidea affissa sul portale, è stata rifatta nel 1647. Il portale ha un archivolto a fogliami e grani di rosario, fiancheggiatoda due colonne su elefantiche reggono l'una un grifo e l'altra un leone. In alto sulla facciata sporgono tre ordini di mensole a figure umane ed animali che arrichiscono il tutto in maniera inconsueta. Nel XVII sec. era di patronato della famiglia Fontanella che la rifece parzialmente dopo il terremoto (1647). 

Fonte: "le cento chiese di trani" di Giuseppe Amorese